Viaggio in Messico: 10 cose da sapere prima di organizzarlo

Se stai pensando di organizzare un viaggio in Messico, non perderti allora questa guida con tutte le informazioni che ti serviranno!

Il Messico è un paese davvero straordinario, con una natura e una cultura difficili da dimenticare. In questo paese infatti troverai tantissime spiagge con l’acqua cristallina dove rilassarti o dove fare snorkeling. Ma anche tante città da visitare per conoscere di più la sua cultura, e una natura davvero varia e insolita, basta pensare ai cenote e ai canyon.

In questo articolo voglio quindi darti tutte le informazioni per organizzare un viaggio in Messico in totale sicurezza, così da non dimenticare nulla e goderti il viaggio al meglio.

Perché ti dico tutto questo? Perchè non solo ho avuto la fortuna di viaggiare il Messico per 5 bellissime settimane, ma anche perché di lavoro mi occupo proprio di organizzare viaggi e itinerari su misura.

Amo infatti visitare e testare in prima persona i paesi in cui organizzo i viaggi, così da poter dare delle indicazioni precise e mirate, frutto di tanto studio ma anche di esperienza personale.

Qui di seguito ti lascio quindi le recensioni dei clienti che hanno già scelto di affidarsi a me, mentre qualora volessi saperne di più qua potrai trovare i miei servizi.

Cose da sapere prima di organizzare un viaggio in Messico: il visto 

viaggio in messico organizzazione

Partiamo dalle cose burocratiche, ovvero il visto. Per entrare in Messico non serve applicare per un visto turistico se si rimane nel paese per 90 giorni. Ma dovrai comunque dimostrare di avere un biglietto di ritorno.

Un’altra cosa molto importante che voglio ricordarti, è che spesso quando si prenotano i voli per raggiungere il Messico, lo scalo lo si fa negli Stati Uniti. Ecco sappi che anche solo per transitare in un aeroporto per uno scalo in questo paese, è necessario aver applicato per il visto ESTA.

Quindi se stai per organizzare un viaggio in Messico e controllando i voli a disposizione, ne hai trovato uno che ha lo scalo negli Stati Uniti, dovrai richiedere il visto sul sito americano, altrimenti non ti faranno partire.

Il visto ESTA lo puoi richiedere sul sito ufficiale che ti riporto in questo link.

Che sim telefonica fare

A mio avviso avere internet sempre a disposizione è una comodità non indifferente in viaggio, anche se soprattutto in Messico, le persone sono molto disponibili e ti aiutano molto volentieri.

Ad ogni modo per quanto riguarda la sim puoi optare per l’acquisto di una sim una volta che arriverai a destinazione, oppure per l’acquisto di una e-sim virtuale.

Io per il mio viaggio in Messico ho scelto di fare una sim in loco e ti posso dire che mi sono trovata molto bene con la compagnia Telcel, spendendo circa 15€ al mese.

In alternativa puoi valutare Holafly oppure Airalo, però mi raccomando prima di acquistare la tua E-sim, controlla che il tuo telefono sia abilitato.

Cose da sapere prima di organizzare un viaggio in Messico: adattatori

viaggio in messico organizzazione adattatore

Ricordati di partire con un adattatore per ricaricare i tuoi dispositivi elettronici, oppure se fai come me, potrai acquistarlo tranquillamente in ogni negozietto o supermercato in Messico.

A prescindere io ti suggerisco di acquistare un adattatore universale, così da non avere l’ansia ogni volta su quale adattatore funzioni e quale no. Con quello, anche se chiaramente sarà un pò più ingombrante, non dovrai pensare a nulla, solo a ricordarti di metterlo nello zaino!

Come pagare in Messico

In Messico l’uso delle carte si sta sviluppando sempre di più, infatti io durante il mio viaggio ho quasi sempre usato la carta per pagare. Ovviamente quando sono all’estero uso sempre la Revolut, anche perché mi permette di non avere costi di commissioni dal lunedì al venerdì e oltre a questo ho fino a 200€ di prelievi al mese senza commissioni.

Ricordati poi che per quanto riguarda i prelievi, e questo è un suggerimento da veri viaggiatori Pro, è sempre meglio chiedere ai locals su dove andare, perché esistono quelli che non applicano commissioni. Li riconoscerai perché avranno sempre più fila.

Ad ogni modo io ti consiglio di partire anche con una buona base di contanti e poi cambiarli sul posto.

Un’altra cosa da tenere in considerazione, è che purtroppo, a causa della presenza di tanti americani, in molti locali di livello è richiesta la mancia. Lo so, in Messico non è obbligatoria, ma a volte può capitare siano più insistenti. A me fortunatamente è capitato solo una volta, il locale non era neanche di lusso, ma essendo un sabato sera, sono stati più “pressanti”.

In tutte le altre occasioni invece, anche perché ho sempre mangiato in ristorantini molto semplici, non mi è più capitato, però sappi che c’è questa possibilità se vuoi fare un viaggio più di livello.

Cose da sapere prima di organizzare un viaggio in Messico: l’assicurazione

Non serve che io lo dica, ma voglio che sia chiaro, spendere soldi per un’assicurazione non è un “buttare via soldi che potrebbero essere usati in altro modo”, è una cosa davvero seria.

Stare male all’estero, oltre che essere un disagio, può comportare spese molto alte, in quanto in molti paesi la sanità è privata, e soprattutto non tutte le strutture rispondono ai nostri standard.

Io quindi ti consiglio a prescindere dal Messico, di farla sempre. In questo modo potrai goderti il viaggio e non pensare ad altro se non a goderti l’esperienza al 100%. Oltre a questo avrai la consapevolezza che per qualsiasi emergenza, avrai un numero di servizio a tua disposizione 24/24h in lingua italiana.

Io ti consiglio la Cap Annullamento di Chapka, che è anche la stessa assicurazione che faccio per me.

Cosa vedere in Messico: l’itinerario

viaggio in messico organizzazione itinerario

Il Messico è un paese enorme quindi a meno che tu non stia pensando di partire con un biglietto di sola andata, l’organizzazione è essenziale, altrimenti perderesti tantissimo tempo in spostamenti senza concludere nulla.

Ma cosa vedere? Da questo punto di vista è molto importante capire cosa stai cercando, mare e relax, oppure natura e avventura, o ancora le città. Oltre a questo c’è da considerare il periodo in cui vuoi andare e come vuoi spostarti. 

Come ti dicevo questo paese offre davvero tantissime possibilità, per esempio se cerchi mare, relax e un pò di cultura, puoi valutare la penisola dello Yucatan. Qua potrai trascorrere qualche giorno nella bellissima Valladolid, (trovi cosa vedere in questo articolo) dove si trova una delle 7 meraviglie del mondo, e poi il resto dei giorni dedicarti alle spiagge del Messico, tra Akumal, Tulum, Isla Mujeres e tante altre.

Trovi l’articolo di approfondimento sulle spiagge del Messico a questo link.

A mio avviso merita un paio di giorni anche l’isola di Holbox dove potrai vedere il fenomeno della bioluminescenza e dove potrai rilassarti nelle sue diverse spiagge paradisiache. Si trova a un paio di ore da Cancun.

Leggi di più su Isla Holbox in questo articolo.

Allo stesso modo se ami la natura, il Chiapas, è una regione meravigliosa che ti farà letteralmente impazzire ( è stata la mia zona preferita!). Qua si trovano incredibili puebli magici com San Cristobal de las casas, potrai ammirare l’incredibile canyon del sumidero, vedere meravigliose cascate come Misol-Ha e Agua Azul e dove vedere le bellissime rovine di Palenque.

Lo stato di Oaxaca invece ti darà la possibilità di vedere e conoscere forse la città più bella del Messico, Oaxaca, meravigliarti di fronte ad incredibili formazioni rocciose come Hierve el Agua e di rilassarti nelle incredibili spiagge di Puerto Escondido dove fare surf e vedere le balene.

Trovi cosa vedere a Puerto Escondido in Messico in questo articolo di approfondimento.

Ovviamente non si può non menzionare la capitale, Città del Messico, una metropoli immensa, con musei dal valore inestimabile, splendidi giardini e tantissima storia. Da questa città poi è imperdibile una visita a Teotihuacan, una città precolombiana e Xochimilco, un quartiere caratterizzato da famosissimi canali e barche tutte colorate.

Vuoi saperne di più su cosa vedere in Messico? Leggi di più qui.

Ma il Messico non finisce qua, ci sono le rovine di Calakmul, San Francisco de Campeche, Bacalar, per non parlare poi dell’incredibile Baja California con le sue acque cristalline. Quindi come avrai ben capito in Messico ci sono davvero tantissime possibilità, tutto dipende dai tuoi gusti, da cosa cerchi e da quanti giorni hai a disposizione.

Hai bisogno di supporto nell’organizzazione del tuo viaggio in Messico così da capire su quale zona concentrarti, quanti giorni dedicare ad ogni luogo e cosa vedere? Contattami, sono la persona giusta alla quale affidarti.

Coe da sapere prima di organizzare un viaggio in Messico: vaccini

Per un viaggio in Messico non è richiesto nessun tipo di vaccino obbligatorio, anche se ci sono delle linee guida che possono essere seguite. Infatti ricordati che è sempre molto importante prima di partire, controllare sul sito di Viaggiare Sicuri perché troverai tutte le informazioni a riguardo. 

A prescindere dal sito della Farnesina, io ti consiglio comunque di confrontarti sempre con il tuo medico, che tra l’altro conosce anche la tua situazione clinica. Sarà lui ad indicarti o meno eventuali vaccini.

Io per esempio ho fatto Tifo ed Epatite A.

Questione alghe Messico

viaggio in messico organizzazione questione alghe

Come forse saprai, e se non è così te lo dico io ora, il Messico è interessato dal fenomeno delle alghe in diverse spiagge, soprattutto lungo la penisola dello Yucatan e del Quintana Roo. 

Il fenomeno comunque è del tutto naturale e spontaneo, per questo non è prevedibile. La stessa spiaggia può essere priva di alghe un giorno, e dopo una settimana esserne piena. Per esempio a me è successo proprio così a isla Holbox, che io ho trovato molto piena di alghe, ma per esempio qualche settimana prima ne era priva.

Considera inoltre che durante l’alta stagione, quindi da Dicembre a Febbraio, le spiagge vengono pulite con parecchia frequenza, ma a prescindere da questo, io ti consiglio di non farti limitare da questo fattore sulla tua decisione finale se fare o meno un viaggio in Messico.

Questo paese infatti è stupendo, e la sua bellezza va oltre il fenomeno delle alghe.

Cose da sapere prima di organizzare un viaggio in Messico: zanzare

Il Messico essendo un paese tropicale con una stagione secca e una delle piogge, è particolarmente interessato dalle zanzare, soprattutto durante l’orario del tramonto, in quanto sono più attive. 

A prescindere i rischi di trasmissione di malattie in questo paese non sono molto alte però credo sia sempre opportuno tutelarsi laddove possibile. Proprio per questo motivo ti consiglio di acquistare o in Italia o una volta sul posto ( troverai tantissime farmacie, supermercati e mini market) uno spray anti zanzare.

Potrai così applicarlo sulle parti scoperte del tuo corpo e proteggerti.

Valuta anche dei capi leggeri e freschi ma lunghi, non solo di proteggeranno dal sole di giorno, qui è davvero forte, ma eviterai anche di applicarti lo spray spesso.

Come spostarsi in Messico

viaggio in messico organizzazione come spostarsi

Come già detto, il Messico è immenso e quindi capire come spostarsi è fondamentale, anche perché non si viene qua per stare fermi solo in un posto.

Innanzitutto partiamo parlando dei voli intercontinentali, che tendenzialmente si fanno su Cancun o Città del Messico, perché sono gli aeroporti più competitivi a livello di prezzi. Una volta nel paese poi, io ti consiglio di spostarti con gli autobus, il mezzo più usato per spostarsi.

Sull’autobus potrai rilassarti, goderti il panorama, guardare un film, e considera che sono anche il mezzo più sostenibile e a minor impatto.

La compagnia ufficiale di autobus è poi ADO, veramente comoda ed efficiente, io ci ho viaggiato anche con le tratte in notturna. Se invece vuoi risparmiare puoi optare per i collectivos, piccoli van usati per viaggiare super low cost. Infatti partono solo quando sono pieni, sono spesso affollati, non hanno aria condizionata, però si guadagna sul costo delle tratte, perchè davvero irrisorio.

Un’alternativa agli autobus è il noleggio dell’auto, se infatti ami i veri on the road liberi da orari o da programmi, sicuramente noleggiare un mezzo proprio è la soluzione migliore per te. Essendo però le distanze molto ampie ed evitando di guidare la notte, ti direi di concentrarti in questo caso solo su una zona. Per esempio potresti fare un on the road lungo la penisola dello Yucatan, oppure del Chiapas.

Infine abbiamo i voli interni, che come saprai visto che io mi impegno molto per cercare di essere una viaggiatrice responsabile, sconsiglio. Certo in alcuni casi si risparmia parecchio tempo, però ci sono da considerare i costi e l’impatto ambientale.


Siamo giunti alla fine di questo articolo su come organizzare un viaggio in Messico, spero che tutti questi consigli ti possano essere utile per quando sarà il momento di partire per questo splendido paese!

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *