Spiagge Thailandia: guida alle più belle

Articolo aggiornato il 12/06/2024 da Alice Pruccoli


Stai organizzando un viaggio nella terra dei sorrisi e vuoi sapere quali sono le spiagge Thailandia da non perdere assolutamente? Sei nel posto giusto allora!

Ho avuto la fortuna di visitare e girare la Thailandia per ben 2 mesi, spostandomi da nord a sud, da est a ovest, per scovare e scoprire tutte le spiagge più belle. Trovare infatti acqua cristallina, palme e sabbia bianca o dorata, è una priorità quando cerco un luogo di mare dove staccare la spina e riposarmi.

In questo articolo andremo quindi ad analizzare tutte le spiagge Thailandia, capiremo le loro differenze, per cosa sono più adatte, come raggiungerle, quanti giorni trascorrerci, e anche in base alla stagione, quelle più indicate.

Se poi non mi conosci io mi chiamo Alice e di lavoro mi occupo proprio di organizzare viaggi e itinerari su misura. Parto sempre dalla mia esperienza personale, perché amo testare e provare in prima persona i servizi che offro, per poi arrivare attraverso lo studio e la conoscenza del territorio, a creare itinerari cuciti su misura per le persone che si affidano a me.

Scopri quindi i miei servizi e leggi le recensioni delle persone che si sono già affidate a me!

Spiagge Thailandia: Phuket

spiagge thailandia acqua phuket

Partiamo parlando delle “spiagge Thailandia” da una delle zone più inflazionate e conosciute, ovvero Phuket. Negli anni questa destinazione è diventata un vero punto di riferimento per chiunque cercasse divertimento, mare e caldo durante il nostro inverno. Non a caso infatti ha un aeroporto internazionale, tantissimi servizi europei e migliaia di attività. Personalmente sono sempre un pò scettica riguardo a queste destinazioni così popolari, ma devo dire che mi sono potuta ricredere, almeno per alcune zone, e ora ne parliamo meglio.

Phuket ha infatti davvero tante spiagge che offrono di conseguenza servizi ed esperienze differenti. Quella sicuramente più famosa e conosciuta è Patong beach, che potremmo dire sia la versione più vicina di Riccione, Playa del Carmen e Ibiza ( a tal proposito, scopri le spiagge del Messico più belle in questo articolo dedicato).

Le vie sono infatti piene di locali con musica sparata, spettacoli, tantissimi bar, discoteche, e una spiaggia con tantissimi servizi, dai lettini e agli ombrelloni, fino alle attività in mare, come moto d’acqua, giri in gommone, parasailing e tanto altro. Se quindi stai organizzando un viaggio tra amici o comunque sei una persona che ama e cerca il divertimento in viaggio, sicuramente questa è la spiaggia giusta per te, in caso contrario non perdere neanche tempo a visitarla. A livello di mare invece, ma questo vale per un pò tutta la zona di Phuket, carino ma niente di eccezionale. Il fondale è sabbioso e l’acqua anche se trasparente, non è da sogno, c’è infatti molto di meglio.

A Phuket purtroppo troverai anche tante agenzie che ti proporranno di fare attività non etiche con gli elefanti. In questo articolo dedicato però ti spiego perché non supportare questo turismo e come fare invece per vedere gli elefanti in Thailandia rispettandoli.

Ci spostiamo poi a Karon Beach, distante circa 10 minuti in scooter da Patong, anche questa è una spiaggia immensa e lunga svariati km ma l’ho trovata più tranquilla e pacifica. Attenzione solo che l’acqua quà, a causa del fondale e le correnti, può essere pericolosa, troverai infatti diversi cartelli con dei Warning. Quindi se siete una coppia nessun problema, attenzione se invece si sceglie questa spiaggia con i bambini.

spiagge thailandia phuket

Un’altra spiaggia famosa è Kata beach, più selvaggia e piccolina, ricca di vegetazione e con molti meno servizi. Se quindi cerchi pace, nonostante tu abbia scelto di venire a Phuket, questa è sicuramente la spiaggia giusta per te. Si raggiunge in 10 minuti di scooter da Karon e a 20 da Patong. Io l’ho trovata molto carina e piacevole.

A nord di Patong troviamo invece Kamala e Surin beach, entrambe due spiagge con servizi esclusivamente local, con le classiche bancarelle e tavolini in plastica dove sedersi per una bibita o mangiare un cocco. Sinceramente non mi hanno lasciato molto, l’acqua come sempre non è niente di speciale, ma vale la regola delle precedenti, se vuoi atterrare a Phuket per comodità, ma evitare il caos e la musica, sono spiagge perfette.

A Phuket quindi potrai soggiornaci per 7 giorni come 2 o 3, tutto dipenderà dalle tue esigenze e da quanto vorrai girare o meno durante il tuo viaggio in Thailandia.

Infine da Phuket si possono raggiungere anche diverse altre spiagge, come le Phi Phi Island , le Similan islands, Koh Lipe ma di questo ne parliamo tra poco.

Ovviamente in un viaggio in questo paese, merita tantissimo anche il nord della Thailandia, ne ho parlato in maniera approfondita in questo articolo!

Spiagge Thailandia vicino Bangkok

Se non hai molti giorni oppure preferisci evitare un volo interno che da Bangkok ti porti verso il sud del paese, ma vuoi comunque concederti quale giorno di mare, nessun problema. Ci sono infatti diverse spiagge davvero molto belle raggiungibili in circa 5h ore di strada da Bangkok.

Trovi cosa vedere a Bangkok in questo articolo dedicato, con più di 23 attività tra centro e dintorni.

Tra queste hanno il primato Koh Cang e Koh Kood, due isole che sono dei veri paradisi naturali e che si raggiungono con un autobus più un traghetto.

Entrambe sono isole ancora selvagge e autentiche, dove non mancano spiagge paradisiache dove rilassarsi e possibilità di fare snorkelling. Ma non solo, in queste isole potrai fare anche trekking, percorsi in mezzo alla natura, vedere stupende cascate e tanto altro. Sia Koh Chang che Koh Kood sono quindi in grado di offrire un ampio ventaglio di opportunità.

Non sai come gestire l’itinerario e il programma perchè vuoi visitare più posti ma non sai se stai considerando abbastanza giorni? Contattami perché sono la persona giusta per te. Occupandomi di organizzare viaggi su misura, saprò supportarti e seguirti al meglio per rendere il tuo viaggio in Thailandia speciale.

Spiagge Thailandia Phi Phi island

spiagge thailandia phi phi island

Esiste forse un’isola più famosa delle Phi Phi island? Io credo di no, non a caso infatti il turismo di massa che affligge quest’isola, è un argomento ancora molto dibattuto, così come il problema della plastica che non c’è solo qua, ma in generale in Thailandia.

Ad ogni modo io ho raggiunto le Phi Phi island da Phuket con un ferry di 1.30h circa e già da subito si capisce quanto l’isola sia strutturata e organizzata per rispondere a tutte le esigenze dei turisti. Ogni via è infatti un crocevia di negozi, bar, locali, mini market, discoteche, piccole agenzie, ristoranti, tutto per soddisfare i bisogni dei turisti. Ovviamente tutto questo si traduce anche in un fortissimo odore di carburante non appena si attracca, plastica ovunque, e assoluta impossibilità di godersi Ton Sai Beach. Ovvero la spiaggia dove attraccano ogni giorno centinaia di barche e long tail, tant’è che infatti è a tutti gli effetti un parcheggio, con intere zone delimitate dove non si può fare il bagno.

Per questo se cerchi un pò di pace, c’è Loh Dalum Beach che si trova proprio sul lato opposto anche se personalmente non ho trovato questa spiaggia e l’acqua molto bella, e Viking Beach. Oltre a queste due, quasi tutte le altre spiagge sono invece raggiungibili solo via mare. Sull’isola potrai comunque fare anche trekking e raggiungere lookout, e a tal proposito ti consiglio Phi Phi Viewpoint che offre tre livelli, in base a quanto vorrai salire ( a pagamento).

Ovviamente poi una delle attività più belle da fare alle Phi Phi sono le escursioni, non solo per visitare le sue spiagge, ma anche per vedere quelle vicine, come la più famosa Maya bay. Se quindi ami le feste e il divertimento in viaggio, vieni a Phi Phi, in caso contrario, saltala. Ad ogni modo 2/3 giorni sono sufficienti.

Non partire senza una polizza che ti protegga in caso di problemi, scegli la Cap Annullamento di Chapka, che è l’assicurazione che uso anche io da anni, e goditi la Thailandia senza stress!

Escursione a Maya Bay

spiagge thailandia maya bay

Questa spiaggia rovinata e saccheggiata da un turismo di massa per niente etico e responsabile, è stata per 2 anni chiusa per permettere che si rigenerasse. Purtroppo anche in questo caso giocano ruoli cruciali i film e i social media, nel far conoscere ad un ampissimo bacino di persone, luoghi di incredibile bellezza ma non dall’ampio bacino. Maya Bay è infatti l’isola su cui è stato girato il film The Beach con DiCaprio, e questo ha fatto sì che milioni di persone ogni anno volessero visitarla.

Fortunatamente oggi la spiaggia ha riaperto ma con determinate regole, tra cui quello di pagare una tassa d’ingresso di 10€ per visitarla. Ad ogni modo è possibile raggiungerla solo con dei tour in giornata perché non ci sono strutture sull’isola.

Io per esempio ho fatto il tour da Phi phi island, visto che si raggiunge in circa 20 minuti di long tail. Ho potuto quindi fare snorkelling attorno alla spiaggia, dove l’acqua è davvero cristallina e i fondali ideali per avvistare pesci, coralli e altri animaletti, per poi attraccare sull’isola. Ovviamente per non rovinare la spiaggia, l’attracco è sul lato opposto dell’isola, attraverso quindi una piccola passeggiata di 10 minuti a piedi, si raggiunge May Bay, dove è possibile rimanerci per qualche ora, in base al tour scelto.

Cosa poi importantissima, NON si può fare il bagno, ma ovviamente non mancheranno scene di turisti maleducati che pur di fare una foto, sono disposti a ricevere fischi e segnalazioni non solo dai responsabili dell’isola, ma anche da tutte le altre persone.

Similan Island, una delle spiagge più belle della Thailandia

spiagge thailandia similan island

Se cerchi un mare da sogno, acqua di un turchese che più turchese non si può, sabbia bianca e palme, devi assolutamente venire alle Similan Island. Ma come si raggiungono? La località migliore sia per una questione di tempistiche che di prezzo è Khao Lak. Tra l’altro se ne hai la possibilità, trascorrici qualche giorno perchè è davvero carina. Ci sono servizi ma non è per niente turistica come Phuket, certo l’acqua lungo la costa ovest non è niente di eccezionale, però potrai rilassarti e fare splendide passeggiate lungo la sua spiaggia kilometrica.

Ad ogni modo da Khao Lak partono le escursioni per le Similan, che sono in tutto 9 isole, di cui le prime 3 non visitabili in quanto riserva naturale. Per visitarle inoltre è possibile scegliere tra il day tour o trascorrere delle notti in barca così da poter fare molto più snorkelling o immersioni.

Io ho optato comunque per il day tour, anche perché le Similan non sono una meta molto economica, il costo di una giornata è di 60/90€ in base al tour scelto e a cosa comprende.

Questa escursione volendo si può fare anche da Phuket, ma il prezzo è molto più alto e la giornata ancora più stancante visto che è più lontana.

Krabi, Railay beach e le altre isolette

spiagge thailandia krabi

Krabi è un’altra zona molto famosa e turistica della Thailandia, ha un aeroporto internazionale, ed è caratterizzata da un lungomare con tantissimi negozi, ristoranti, bar e infatti a mio avviso è molto simile a Phuket. Chiaramente per Krabi non intendo Krabi città, ma la sua spiaggia principale ovvero Ao Nang Beach, dove ti consiglio anche di soggiornare. Questa spiaggia però non è il massimo, ci sono tantissime barche e long tail che attraccano e l’acqua non è niente di eccezionale.

spiagge thailandia railay beach

Diverso il discorso invece per Railay beach, che si raggiunge con una longa tail dal Ao Nang Longtail boat service club. Il tragitto dura appena 15 minuti, e su questa spiaggia potrai goderti splendide viste, essendo circondata da promontori e scogliere, oltre che splendidi bagni in acqua. In alternativa puoi anche pensare di soggiornare qua, visto che ci sono diversi resort ed eco strutture molto belle.

Ma da Aon Nang si possono raggiungere anche Chicken island e altre isolette minori. Per questo motivo se desideri visitarne più di una, ti consiglio l’escursione in giornata delle 7 isole, così da fare anche tanto snorkelling.

A mio avviso quindi 4/5 giorni sono sufficienti per dedicarti a scoprire le isole che si trovano vicino a Krabi.

Prenota l’escursione delle 7 isole qua!

Spiagge Thailandia: Koh Lanta

spiagge thailandia  koh lanta

Poco affollata, selvaggia e autentica, mi sono innamorata di Koh Lanta non appena sono sbarcata sull’isola. E’ infatti il luogo ideale se ami la pace e la natura, qua infatti non c’è night life o lungomari affollati, ma solo piccole attività e tanta vita local.

Potrai poi scegliere se soggiornare sulla costa ovest, dove ci sono la maggior parte delle spiagge o sulla costa est, dove c’è la bellissima Lanta Old Town, una piccolo villaggio con deliziosi negozietti e ristorantini. A livello di spiagge poi avrai solo che l’imbarazzo della scelta, tra Kantiang Bay, Khlong Chak beach, Nui beach, Bamboo beach e tante altre. Da non perdere c’è anche il Mu Ko Lanta National Park, un bellissimo parco naturale dove fare splendide passeggiate.

Ovviamente i servizi a Koh Lanta sono minimi, quindi sarà essenziale mentre sarai sull’isola, noleggiare un motorino. Ma non è finita qua perché da Koh Lanta potrai anche partecipare a diverse escursioni, come quella per raggiungere la bellissima Koh Rok island, dove l’acqua è da sogno.

Ad ogni modo Koh Lanta si raggiunge sia via terra che attraverso speed boat, da Phuket, da Krabi o da Koh Lipe. Io ho optato per minivan da Krabi e poi ferry finale per l’ultima tratta, riguardo invece a quanto starci, ti direi almeno 4 giorni.

Koh Lipe: le maldive della Thailandia

spiagge thailandia koh lipe

Koh Lipe è una delle zone più difficili da raggiungere, anzi forse la più difficile, visto che si trova a pochi km dalla Malesia. Infatti le opzioni sono diverse per arrivare qua, o tramite speed boat da Phuket, Krabi o Koh Lanta ( da Phuket sono almeno 5h) oppure con un volo interno fino ad Hat Yai, poi minivan fino al porto e infine un ferry.

La domanda quindi che sorge spontanea è: ma vale davvero la pena tutto questo investimento di tempo per raggiungere quest’isola? La risposta è, a mio avviso, sì.

L’acqua e il mare che c’è infatti a Koh Lipe è davvero fuori di testa, acqua turchese, spiagge bianche, barriera corallina e diverse spiagge raggiungibili a piedi. Infatti tra le varie spiagge Thailandia, per me è una delle più belle. E’ certamente un’isola molto piccolina, si gira infatti tranquillamente a piedi, ma a livello di mare è un vero paradiso. Poi certo è famosa e inflazionata, a natale e capodanno sentirai parlare più italiano che thailandese, però ecco, è facile comprendere il perchè. Oltre quindi a Pattaya Beach, la principale e dove si attracca, ci sono Sunrise beach, molto più tranquilla e dove al mattino c’è una luce incredibile, Sunset beach dove invece andare per l’orario del tramonto, North point e tanto altro. Da Koh Lipe poi partono escursioni in giornata per fare snorkelling e immersioni, e lo spettacolo sott’acqua è garantito.

Io eviterei quindi solo le due settimane iconiche di Natale e Capodanno, per il resto è molto più vivibile, riguardo invece a quanto starci, per me 4/5 giorni sono l’ideale.

Koh Panghan

spiagge thailandia kho panghan

Selvaggia e incontaminata, Koh Panghan è un‘isola strepitosa che si trova sul golfo di Siam ed è assolutamente da non perdere in un viaggio in Thailandia. Sicuramente mi sento di sconsigliarti il periodo natale e capodanno per l’affluenza di gente, però a prescindere da questo, è una destinazione adatta in tutti i periodi dell’anno. Diventata poi famosa per il full moon party, la festa che si tiene lungo Haad Rin che è la spiaggia principale, Koh Panghan rimane a mio avviso perfetta sotto tanti punti di vista. Ha delle spiagge più piccole e isolate di una bellezza incredibile, acqua turchese, cascate come la Phaeng Noi, trekking in mezzo alla natura come al Namtok Than Sadet National Park e tante isole nei suoi dintorni da scoprire.

Tra le mie spiagge preferite ci sono poi Ko Ma Beach a nord ovest dell’isola, Salad Beach e Bottle Beach, raggiungibile o via mare o tramite un trekking. In generale comunque per muoverti sull’isola ti consiglio di noleggiare un motorino, così da poterti spostare e scoprire ogni giorno un posto nuovo.

Infine a Koh Panghan puoi rimanerci tranquillamente anche una settimana, tante sono le cose che si possono fare.

Spiagge Thailandia: Koh Tao

spiagge thailandia koh tao

Sempre sul golfo del Siam si trova Koh Tao, molto più piccola rispetto alle sorelle Koh Samui e Koh Panghan, ma non per questo da sottovalutare. Su quest’isola infatti ci sono tantissime attività che si possono fare e se ami lo snorkelling o lo scuba diving, è il posto giusto per te. Ci sono poi bellissime spiagge sia a nord che a sud dell’isola e incredibili view point. Di gite in giornata invece ne troverai tantissime soprattutto come ti dicevo, se vuoi andare a scoprire il mondo sott’acqua, ma tra queste c’è ne una che merita assolutamente la pena.

Sto ovviamente parlando di Koh Nang Yuan, una strepitosa isoletta a pochi km da Koh Tao, con l‘acqua cristallina e un meraviglioso viewpoint da dove godersi la vista. Per raggiungerla ti basterà accordarti con i tantissimi taxi boat da Koh Tao, ti consiglio comunque di venirci al mattino presto, così da goderti le prime ore senza le orde di turisti.

Infine 4/5 giorni a mio avviso sono essenziali per goderti le diverse spiagge di Koh Tao e fare delle escursioni in giornata.

Spiagge Thailandia agosto

Ad Agosto il rischio di trovare pioggia sulla costa ovest è molto alto, tant’è che per esempio non partono neanche le barche per raggiungere le isole come Koh Lipe o le Similan Island durante i mesi estivi.

Questo significa che non si può visitare la Thailandia ad agosto? Assolutamente no, basta ripiegare sulla bellissima costa est che si affaccia sul golfo del Siam, e quindi dedicarsi alle isole come Koh Panghan, Koh Samui e Koh Tao. In questo mese ma in generale in estate, troverai principalmente giornate soleggiate, si certo qualche acquazzone, ma che saranno brevi.

Spiagge Thailandia più belle

Se dovessi fare una classifica delle spiagge più belle della Thailandia, tenendo in considerazione il colore dell’acqua, i fondali e l’atmosfera, ti direi:

  • Similan Island
  • Koh Tao
  • Koh Lipe
  • Koh Panghan
  • Maya Bay
  • Koh Kood

Per il resto invece, per quanto belle, devo dire che l’acqua rimane sempre più tendente al verde che all’azzurro e anche se trasparente, non le ho trovate imperdibili o che meritano assolutamente, ovviamente da questo punto di vista qui. Almeno questa è la mia opinione.

Spiagge Thailandia Novembre

A Novembre il tempo è ideale sul golfo del Siam mentre inizia a stabilizzarsi sulla costa ovest, questo significa che fondamentalmente puoi andare ovunque. Oltre a questo Novembre è un mese di pre alta stagione (Natale e Capodanno), questo significa quindi poco turismo, prezzi bassi e vita più local, che io apprezzo sempre di più.

Quindi in base a cosa stai cercando e al tempo a disposizione, puoi valutare sia la zona di Phuket, Krabi e le diverse isole come Koh Lanta, Koh Lipe e le Similan, che in alternativa le bellissime isole di Koh Panghan, Koh Tao e Koh Samui.


Siamo arrivati alla fine di questo lunghissimo articolo sulle spiagge Thailandia più belle, spero tu abbia trovato le informazioni che cercavi.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *