Mulini Amsterdam: dove si trovano e perché sono così famosi

Qual’è la storia dietro ai mulini Amsterdam, per cosa venivano usati e perché sono cosi tipici? Continua a leggere se vuoi visitarli e saperne di più.

Se hai voglia di ammirare i bellissimi mulini tipici dell’Olanda e trascorrere una giornata fuori dal centro città, non posso che consigliarti di andare a Zaanse Schans. Nell’articolo troverai quindi informazioni per raggiungere questa zona, scoprire quali sono visitabili e tanto altro.

Ma non è finita qua, perché al termine dell’articolo, ti dirò anche dove poter ammirare uno dei pochi mulini rimasti in centro ad Amsterdam, perfetto da vedere se non hai tempo e non vuoi precluderti la possibilità di vederne almeno uno.

Se poi è la prima volta che atterri sul mio blog, io mi chiamo Alice e sono una travel blogger e travel designer, quindi non solo ti ispiro a nuove mete, ma ti organizzo anche il viaggio. Quindi se non hai tempo di organizzarlo in autonomia o se temi di perderti le attività più belle da fare, contattami io sarò più che felice di aiutarti!

Mulini Amsterdam: come arrivare a Zaanse Schans

Zaanse Schans è un piccolo paesino che si trova a nord di Amsterdam, a circa 20 km, ed è la zona che tutti desiderano visitare quando si pensa ai mulini.

Se quindi stai soggiornando ad Amsterdam e vuoi fare una piccola gita fuori porta, hai 4 opzioni per raggiungere Zaanse Schans:

  • noleggiare l’auto, tempo di percorrenza circa 20 minuti
  • prendere il treno che impiega circa 30 minuti dalla stazione principale
  • prendere l’autobus, più precisamente il 391, che impiega circa 45 minuti e che si può prendere sempre dalla stazione principale
  • noleggiare la bicicletta, percorrendo una delle tante e famose piste ciclabili del paese, in circa 1h ( io ti consiglio di noleggiarle direttamente sul sito di Civitatis).

Tra queste varie opzioni, io per raggiungere Zaanse ho deciso di prendere l’autobus e ti consiglio di fare lo stesso, almeno in una delle due tratte, perché una delle sue fermate è al MediaWharf. Si tratta di uno spazio industriale dove potrai ammirare graffiti, musei legati alla street art e tante esposizioni. Se poi vuoi avere più info a riguardo, qua trovi l’articolo dedicato su cosa vedere ad Amsterdam.

Ad ogni modo sia la stazione che la fermata dell’autobus, si trovano a pochi minuti a piedi dai bellissimi mulini di Zaanse Schans, mentre se hai intenzione di arrivarci in macchina, potrai tranquillamente parcheggiarla nell’ampio spiazzale messo a disposizione. Il costo è di 10€ per tutto il giorno.

Mulini Amsterdam: la storia di Zaanse e del perché è così famosa

Perché se penso ai mulini in Olanda penso a questo villaggio? Perché devi sapere che per anni questa zona è stata un’area industriale con più 1.000 mulini a vento, usati dagli agricoltori e dai contadini per lavorare.

I mulini infatti permettevano di muovere l’acqua, macinare la farina, venivano usati come frantoi per l’olio, per la carta, il cacao quindi erano una vera e propria risorsa lavorativa e agricola, al punto che sempre più olandesi iniziarono a trasferirsi e a costruire le proprie case quì.

Pensa che negli anni si arrivò a costruire ben 256 differenti tipi di mulini a differenza di Amsterdam che ne aveva solo 30. 

Questo enorme sviluppo agricolo però subì un declino intorno agli anni ’90 perché con l’inizio dell’industrializzazione i mulini vennero mano a mano sostituiti con i motori a vapore. Il numero dei mulini iniziò quindi a diminuire fino ai pochi che oggi sono rimasti, circa 10.
Infatti proprio per preservarli, un’associazione decise di vietarne la demolizione, così da permettere alle generazione future di conoscere la storia di questa zona dell’Olanda.

Oggi infatti Zaanse Schans rappresenta una delle zone più turistiche del paese, perché da la possibilità non solo di vedere questi mulini, ma anche di poterli ammirare al loro interno.

Mulini Amsterdam: Zaanse Schans

Come ti dicevo dai 1.000 mulini presenti ora se ne contano circa una decina, alcuni dei quali sono visitabili anche al loro interno e sono:

Mulino De Zoeker utilizzato per la produzione di olio, di pittura e di cacao. Fu costruito all’inizio del 1.600 in una zona diversa dalla sua posizione attuale, dove fu spostato alla fine degli anni ’60.

Il Mulino De Bonte Hen invece risale alla fine del 1.600, ed è riuscito a durare negli anni e a non bruciare nonostante il tetto in paglia. E’ utilizzato ancora oggi come frantoio.

Il terzo mulino è invece il Mulino De Huisman, utilizzato per la produzione di spezie, infatti al suo interno potrai anche assaggiarle e acquistarle.

Proseguendo abbiamo il Mulino De Gekroonde Poelenburg, si tratta di una segheria molto usata visto che la maggior parte delle case veniva costruita in legno.

Anche il Mulino Het Jonge Schaap era utilizzato come segheria, è della fine del 1.600, e ha una storia un pò travagliata visto che venne demolito e poi ricostruito nel 2007.

Il Mulino De Bleeke Dood invece è forse il mulino più famoso, visto che è il più antico di tutta l’Olanda. Venne utilizzato per tantissimi anni per macinare il grado in farina di pane, e ancora oggi è possibile acquistarlo.

Continuando troviamo il Mulino De Kat, costruito nel 1664, e che ancora oggi produce vernici, pigmenti di alta qualità, gessi e oli, e li fornisce ad artisti e restauratori di tutto il mondo.

Il Mulino De Os invece veniva utilizzato per la produzione di olio e ha la particolarità di essere senza pale, in quanto, da inizio 1900, i meccanismi interni originali vennero sostituiti con il diesel. Si tratta infatti di un mulino molto importante, perché segna il passaggio da energia eolica ad altre fonti di energia.

Più piccolo ma sempre importante troviamo il Mulino Het Klaverblad utilizzato per la produzione di segatura.

Infine abbiamo il Mulino De Ooievaar utilizzato per la produzione di oli vegetali ma purtroppo oggi non accessibile al pubblico.

Musei a Zaanse Schans

A Zaanse Schans non solo potrai ammirare gli splendidi mulini, ma potrai anche visitare i diversi musei che si trovano, vediamo insieme i più importanti.

Primo tra tutti il Zaans Museum, un museo che racconta la storia di tutta quest’area sia da un punto di vista economico e industriale che culturale. Incluso nel biglietto poi c’è anche il museo del cioccolato, dove si mostra l’intero processo di produzione della lavorazione del cacao, dove potrai anche osservare i macchinari che venivano usati.

Zaandam Time Museum è invece il Museo del tempo, dove potrai conoscere la storia dell’industria dell’orologeria olandese e della prosperità del paese. In questo museo non mancano poi approfondimenti riguardo al significato del tempo e a come erano soliti vivere negli anni passati.

Un altro museo che vale la pena vedere è quello che si trova all’interno del negozio di scarpe Wooden Shoe Workshop. Si tratta infatti di un laboratorio di fabbricazione degli zoccoli dove potrai anche ammirare la dimostrazione di come venivano realizzati.

I Komplen, o zoccoli, sono infatti un altro dei simboli dell’Olanda.

Si tratta di calzature intagliate da piccoli blocchi di legno, e venivano usate dai contadini e dagli agricoltori, perché isolavano i piedi dal freddo e gli permettevano di svolgere le attività quotidiane nei campi senza scivolare o sprofondare nella terra fangosa. Nel corso degli anni divennero poi talmente famose che iniziarono ad essere usate anche nelle occasioni di vita sociale come matrimoni o cene, decorando questi zoccoli esternamente con tanti motivi e disegni.

Mulini Amsterdam: quanto ci vuole per visitare Zaanse Schans

Il mio consiglio è quello di dedicare a Zaanse mezza giornata, meglio ancora se hai a disposizione una giornata intera. In questo modo avrai il tempo di raggiungerla senza fretta, come ti dicevo calcola almeno 30 minuti, e per poi goderti tranquille passeggiate lungo i canali per ammirare i vari mulini. Oltre ai mulini come abbiamo visto ci sono anche diversi musei da visitare, insieme anche ai vari negozietti dove magari fare qualche acquisto.

Ma al di là delle attività da fare, ti consiglio davvero di goderti la semplicità e la pace che si respira in questo piccolo villaggio. Venire a Zaanse sarà infatti un pò come tornare indietro nel tempo.

Le case sono caratteristiche e curate nei minimi dettagli, con le loro staccionate bianche e i loro giardini verdi e ricchi di fiori colorati. Tutt’intorno non mancano poi panchine, aree picnic dove gustarti un buon caffè o dove mangiare qualche dolce tipico. Le vie che si snodano intorno al villaggio invece sono in ciottoli e riparate dalle verdi foglie degli alberi. Non mancano poi bellissimi ponti in legno per collegare le sponde dei canali e splendidi scorci da dove ammirare tutto il panorama circostante.

Mulini Amsterdam città

Se invece non hai tempo di arrivare a Zaanse perchè i tuoi giorni ad Amsterdam sono limitati, ma allo stesso tempo non ti vuoi precludere la possibilità di vedere un mulino, sappi che anche in città se ne trovano alcuni e non tutti lo sanno! Il più famoso è sicuramente il De Gooyer, che un tempo veniva utilizzato per la macinatura del grano. Visto poi che si trova poco più a sud della città, per raggiungerlo potrai prendere tranquillamente l’autobus o fare una passeggiata lungo i canali.


Siamo giunti al termino dell’articolo sui mulini Amsterdam e come hai visto hai diverse opzioni, tutto dipende da quanto tempo hai a disposizione. Se non hai in programma un solo weekend, puoi pensare di raggiungere Zaanse Schans con i mezzi, se invece hai poco tempo a disposizione ma non vuoi comunque perderti l’opportunità di vedere un mulino, ora sai che c’è anche in centro città!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *