Mollare tutto e partire: la strada verso la felicità

mollare tutto e partire

5 mins read.

Cosa spinge una persona a mollare tutto e partire, ma soprattutto perché sentiamo questo richiamo? Continua a leggere se ti ritrovi in queste parole.

Non credo esista una risposta universale valida per ognuno di noi perché credo sia un qualcosa di totalmente soggettivo e personale. E’ un richiamo che parte da dentro, arriva quando meno te lo aspetti e ti scombina tutti i piani. Si perchè non è mai facile all’inizio accettare di provare sentimenti diversi dal comune, sentire questo desiderio che non corrisponde ai normali canoni delle persone della tua età.

Una vita in aeroporto

Ti spaventa, inizi a pensare di essere stran*. Inizi a domandarti:

  • perchè provo questi sentimenti?
  • perchè l’idea di vivere una vita semplice e comune mi fa soffocare?
  • perchè sento quest’attrazione nel mollare tutto e partire?
  • perchè non desidero ciò che desiderano tutti?

Nasce dentro di te questa estrema sensibilità nei confronti della vita, del mondo.
Inizi a porti domande importanti, per certi versi scomode perchè ti portano a riflettere su di te, sulla vita che stai conducendo. Senti di voler capire chi sei, cosa ti rende felice e quale sia il tuo posto nel mondo.
Non riesci a fare finta di nulla.
Non riesci a fare come la maggior parte delle persone, ovvero non pensare, ovvero limitarsi a respirare.

Tu vuoi vivere, vivere davvero.

E ti sconvolge il fatto che la maggior parte delle persone attorno a te non si ponga queste domande. Non si interroghi sulla propria vita ma che si limiti ad andare avanti facendo finta di niente. Ma ormai il processo dentro di te è iniziato e non potrai fare nulla per fermarlo, potrai solo accettarlo. 

Da questo punto di vista per me è stato molto importante leggere libri di persone che avevano vissuto le mie stesse sensazioni e che poi avevano trovato il coraggio di mollare tutto e partire.
Mi facevano sentire meno sola, compresa.
A tal proposito mi sento di consigliarti due libri che per me sono stati fondamentali nel prendere questa decisione.
Il primo è Mangia Prega Ama di Elisabeth Gilbert. Il secondo è Le Coordinate della Felicità di Gianluca Gotto.

Due tra i miei libri preferiti

Devi mollare tutto e partire se avvertirai dentro di te un desiderio di conoscenza e di scoperta.

Se sentirai il bisogno di raccogliere i tuoi vestiti sistemarli dentro il tuo zaino e partire verso nuovi orizzonti.

Se avvertirai questa necessità di riempire il tuo passaporto di tanti timbri nuovi, di raccogliere i tuoi pensieri e le tue emozioni in un taccuino, di imprimere su una macchina fotografica tutti quei nuovi paesaggi che incontrerai lungo il tuo cammino.

Questo bisogno di viaggiare sarà talmente forte da farti rinunciare ad agi e a comfort a partire dalla tipologia di alloggio, di trasporti e di cucina e ti farà rinunciare a cene fuori e ai vestiti di marca pur di risparmiare soldi.

Capirai di essere dispost* a rinunciare a tante cose superflue per questa tua grande passione. 

Imparerai ad apprezzare e a prediligere uno stile di vita semplice, minimal, imparando a distinguere ciò che è importante da tutto il resto.

viaggio in nuova zelanda
In uno dei miei viaggi in Nuova Zelanda

Devi mollare tutto e partire se sentirai il bisogno di contaminarti con nuove idee e nuovi punti di vista

Se sei stanc* di sentire sempre gli stessi discorsi e le stesse lamentele ma inizi a sentire il bisogno di instaurare conversazioni vere e profonde, con persone che magari non sono neanche della tua stessa nazionalità ma che comprendono il tuo stato d’animo, le tue paure, il tuo stile di vita.

E’ un pò un bisogno primordiale di circondarsi dei propri simili, di persone che vogliono vivere la vita come te.
Di persone che possono aprirti a tante nuove possibilità, attraverso nuovi spunti, attraverso il loro passato, la loro storia , la loro cultura.

Viaggiando avrai la possibilità di entrare in contatto con tante persone diverse da te, persone interessanti con le quali potrai finalmente arricchirti e crescere personalmente.

Amicizie in giro per il mondo

Devi mollare tutto e partire se sentirai che la paura di una lingua diversa dalla tua non è una scusa abbastanza forte da farti rinunciare al tuo sogno.

Se la paura di sbagliare e di fare figuracce non riesce a spaventarti al punto da tirarti indietro.

Ma al contrario, l’idea di metterti in gioco, seppur sbagliando, ti trasmette adrenalina e ti fa sentire viv*. 
Perchè sai che stai facendo dei piccoli passi verso il raggiungimento dei tuoi obiettivi, perchè sai che imparare una nuova lingua ti darà un grandissimo senso di soddisfazione e fierezza.

Devi mollare tutto e partire se l’idea di lasciare un posto fisso, comodità e un futuro certo non ti trasmettono alcuna gioia ma anzi non fanno altro che alimentare quel sentimento di frustrazione che avverti.

Non è facile superare l’idea di poter essere un fallimento per le persone che ci circondano ma è un rischio che dobbiamo essere pronti a correre per la nostra felicità.
Chi ci ama non ci lascerà mai e anche se potrà non comprendere i nostri bisogni ci lascerà sempre liberi di seguire la nostra strada.

Mollare tutto e partire con lo zaino in spalla

Devi mollare tutto e partire se semplicemente non trovi neanche un buon motivo valido per non farlo.

Se senti che ogni molecola del tuo corpo ti dice di farlo, perchè senti che è ciò che ti rende felice, perchè senti che è la tua strada, il mondo. Per me almeno è andata così, sotto ogni punto di vista.
La mia prima esperienza all’estero la feci all’ultimo anno di università grazie all’Erasmus, un programma di scambio tra università.

Erasmus

Sentivo questo bisogno di cambiare aria, di scoprire nuovi posti ma non l’ho vissuta come un mollare tutto e partire perchè ancora ero molto ancorata al mio modo di vivere, alle persone che mi circondavano , alla mia comfort zone. Ero convinta che sarei partita per qualche mese e che una volta tornata avrei ripreso la mia vita come se niente fosse. 

Mi sbagliavo di grosso.

Quell’esperienza fu come un fulmine a ciel sereno. Come prendere la pillolina Blu nel film Matrix. Vivere all’estero mi aveva totalmente aperto le porte ad un mondo nuovo e tornare a casa fu un inferno. Sentivo che ancora non ero pronta a rinunciare a quelle emozioni, a quelle sensazioni di libertà, di grandezza, di scoperta, di conoscenza.

La mia vita a casa era diventata improvvisamente troppo stretta, mi sentivo soffocare, sentivo in me crescere di nuovo quel bisogno di nuovo, ma questa volta il sentimento era più solido, più maturo.
Sentivo il bisogno di tagliare i ponti con la mia vecchia vita, sentivo che era arrivato il momento di mollare tutto e partire.

Ero stufa dei soliti discorsi, di andare negli stessi posti, di incontrare sempre le solite persone. Non volevo che tutto si riducesse con un finire gli studi, trovare un lavoro e sistemarmi. 

Io volevo molto di più. 

Avevo fame di vita e di bellezza. Volevo mettermi alla prova e sfidarmi. Volevo vedere se ero in grado di superare i miei limiti. Volevo essere indipendente e volevo il pieno controllo della mia vita. Così mi impegnai per finire tutti gli esami e laurearmi il prima possibile. 20 giorni dopo essermi laureata mi trovavo su un aereo con un biglietto di sola andata che mi avrebbe portata dall’altra parte del mondo, in Australia. Nonostante la grandissima paura per quel salto nel vuoto, scelsi di ascoltarmi, mollare tutto e partire.

La scelta migliore che potessi fare per me.  Perché mi ha permesso di crescere e di trasformarmi in una nuova persona.

Vivere all’estero mi ha fatto scoprire cosa significasse respirare davvero a pieni polmoni, a meravigliarmi davanti alle bellezze del mondo, con gli occhi sempre un pò lucidi e il cuore che batte forte. 

La bellezza di vivere all’estero

Anche te ti sei ritrovato come me a vivere queste emozioni? Allora potresti valutare l’idea di vivere un anno all’estero. Ho scritto un articolo dedicato proprio a questo argomento, spero possa tornarti utile.

Info sull'autore

Alice Pruccoli

Vivo e viaggio all'estero da quando a 21 anni sono partita con il mio biglietto di sola andata per l'Australia. Da allora sono sempre alla ricerca di nuovi paesi oltreoceano da scoprire!
In questo blog potrai quindi trovare ispirazione per nuove mete oppure farti organizzare il tuo viaggio da me.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *