Hoi An Vietnam, cosa vedere oltre le classiche tappe

Ecco svelate le esperienze e le attività più autentiche da provare ad Hoi An Vietnam, tra abiti tradizionali, degustazioni e cooking class.

Quando si parla del Vietnam in un modo o nell’altro si finisce sempre per arrivare a parlare della città più famosa del paese, ovvero Hoi An. Questa città infatti è un vero gioiellino, è intima, suggestiva e con le sue lanterne, è estremamente caratteristica, insieme ai suoi edifici e alle architetture storiche. 

Ma non solo la città è imperdibile, perché lo sono anche i suoi dintorni, tra spiagge, rovine storiche e verdi colline, ma non preoccuparti arriveremo a parlare di tutto.

In questo articolo infatti voglio darti tutti i consigli per visitare Hoi An e i suoi dintorni, con anche dei consigli su attività particolari da fare, come la cooking class, la degustazione di caffè e la realizzazione dell’Ao Dai, il vestito tipico vietnamita su misura per te.

Se poi non mi conosci io mi chiamo Alice e a settembre del 2023 ho lasciato l’Italia con il mio compagno per lavorare e scoprire il mondo full-time. Il viaggio è partito proprio dal Vietnam, dove ci abbiamo trascorso un mese e mezzo. Perché ho parlato poi di lavoro? Perché io mi occupo proprio di organizzare viaggi e itinerari su misura, e viaggiare mi permette di provare e testare in prima persona le esperienze che consiglio.

Qua trovi la descrizione dei miei servizi, mentre se vuoi leggere le recensioni delle persone che hanno già scelto di affidarsi a me, le trovi a questo link.

Come arrivare ad Hoi An 

Hoi An è una città che si trova nel centro del paese, a circa 4h di strada da Hué ( trovi cosa vedere a Hué Vietnam in questo articolo), e per raggiungerla hai diverse opzioni.

L’aeroporto principale è Da Nang che dista circa 20 minuti di strada quindi se hai poco tempo oppure stai arrivando da una città molto lontana, puoi optare per un volo interno, anche se è l’opzione meno sostenibile.

Le opzioni più green invece sono quelle di usare gli autobus o i treni entrambi molto efficienti e comodi. Per le tratte notturne poi entrambe le soluzioni permettono di dormire perchè gli autobus dispongono di sedili allungati fatti apposta, infatti si chiamano sleeping bus. Il treno invece dispone oltre che delle carrozze normali, delle cuccette dove poter dormire su dei materassini. La comodità poi dei notturni è che non solo guadagnerai tanto tempo, perchè viaggerai di notte, ma potrai anche risparmiare sul costo della struttura. Quindi pensaci, sarà comunque un’esperienza divertente, una di quelle da raccontare al tuo rientro. 

Per prenotare le tappe puoi sempre usare il sito 12Go oppure affidarti alle piccole agenzie in loco.

Non dimenticarti di partire senza proteggerti, stipula un’assicurazione medica e goditi il Vietnam senza pensieri! Qua trovi la polizza che uso anche io, la Cap Annullamento di Chapka un’assicurazione che copre le spese mediche, del bagaglio e di annullamento.

Hoi An quando andare 

hoi an vietnam di sera

Hoi An come il resto del centro del Vietnam, risente di un clima tropicale, ovvero di due stagioni: quella secca e quella delle piogge.

Proprio per questo motivo il periodo migliore per visitare Hoi An è da Gennaio ad Aprile per via della minor presenza di pioggia, anche se comunque ricordati che in Vietnam è impossibile non trovarla, mentre i mesi peggiori sono da Luglio a Dicembre

Oltre alle piogge un altro fattore da tenere in considerazione è l’umidità, perchè la temperatura può anche segnare 31° ma se l’umidità è alta ne percepirai 38° e a quel punto girare risulterà davvero difficile. 
Infine tieni presente che questa zona è soggetta a forti tifoni e grossi temporali da Settembre a Dicembre, e non è improbabile ritrovarsi tra strade allagate e disagi in città.

Io per esempio sono stata ad Hoi An sia a Ottobre che a Dicembre e ho comunque sentito una grossa differenza. A Ottobre nonostante fosse stagione delle piogge non ha piovuto un singolo giorno mentre ero lì e c’è sempre stato sole. Il problema però sono state le temperature e l’umidità molto alte, che hanno reso le uscite molto provanti. C’è anche da dire che sono stata davvero fortunata perchè la settimana dopo che sono andata via è arrivato un grosso tifone che ha portato enormi danni alla città, allagando interi quartieri e seminando preoccupazioni generali. 
A Dicembre invece sono stata molto bene, c’era meno umidità e le temperature molto più accettabili.

Non perderti in un viaggio in Vietnam anche la visita a Ho Chi Minh città, una metropoli ricca di contrasti e storia. 

Hoi An Vietnam: cosa vedere

hoi an vietnam cosa vedere

A Hoi An ci sono diverse cosa da non perdere, primo fra tutti il suo meraviglioso centro storico chiamato Old Town

Le vie del centro sono infatti un susseguirsi di edifici storici, lanterne appese lungo le vie e tanti bistrot e boutique che creano un’atmosfera davvero unica, al punto che Hoi An è considerata la città più bella del Vietnam. 

Il ponte giapponese è poi il culmine della suggestione di Hoi An in Vietnam, perchè da lì potrai osservare le due sponde della città che corrispondono al quartiere giapponese ed al quartiere cinese. Ad attraversare il ponte c’è poi un fiume dove i local portano i turisti in giro con le loro barchette. Passeggiando lungo il ponte potrai osservare anche il piccolo santuario dedicato a Tran Vo Bac De, la divinitá del clima e delle calamità naturali.
Ma essendo il ponte uno dei luoghi più suggestivi, tieni presente che da metà pomeriggio inizierà ad essere davvero molto affollato, considerando anche che è un’ottimo punto da dove osservare il calar del sole. Per questo io ti consiglio di venirci anche al mattino presto, perchè con la calma e la tranquillità della città durante le prime ore della giornata, potrai goderti di più questo panorama. 

Parlando invece di templi, uno da non perdere è il Hoi Quan Phuoc Kien che si trova lungo la via principale di Hoi An. Un tempo era la Sala della comunità Cinese di Fujian, ma successivamente fu convertito in un tempio dedicato a Thien Hau.

Vicino a quest’ultimo si trova anche il Tempio Cinese di Quan Cong, realizzato dalla comunità Cinese in onore di Quang Cong.

L’ultimo edificio che ti consiglio di non perdere ad Hoi An è la residenza Tan Ky, che fu l’abitazione di un ricco mercante. La struttura è caratterizzata da un mix architettonico con influenze della cultura vietnamita, cinese e giapponese che lo rende davvero suggestivo. 

La sera invece non puoi perderti il night market che si sviluppa lungo tutte le vie del centro storico creando un’atmosfera davvero unica. Potrai infatti passeggiare per le vie assaggiando tanti piatti tipici vietnamiti, lasciandoti inebriare da nuovi profumi e perdendoti tra le bancarelle di souvenir e lanterne. 

Ed è proprio di sera che Hoi An dà il meglio di sé, perchè con tutte le luci delle lanterne accese, la città diventa un vero spettacolo. Durante il mese potrai anche incontrare serate in cui le luci vengono completamente spente e solo quelle delle lanterne rimangono accese. 

Spiagge Hoi An 

hoi an vietnam spiagge

Hoi An in Vietnam si trova molto vicina alla costa e infatti in appena 15 minuti di bicicletta potrai raggiungere la sua spiaggia principale, An Bang.
Per quanto riguarda le biciclette non preoccuparti, tantissime Homestay e strutture le mettono a disposizione a pagamento o gratuitamente. Ma oltre a questo ci sono tantissimi noleggi in giro per la città dove trovare bici per qualche euro al giorno. 

An Bang è poi una spiaggia molto piacevole e con diversi servizi, locali e ristoranti, dove il mare per via delle forti correnti è spesso mosso e con onde, ma dove l’acqua è bella e azzurra. Una volta raggiunta la spiaggia potrai quindi parcheggiare la bicicletta in una delle tante zone apposite ( ti verrà chiesto anche qua di pagare qualche euro) dopo di che potrai goderti la giornata.

In spiaggia troverai inoltre una zona attrezzata con ombrelloni e lettini ma anche zone libere dove stare con il proprio telo. Noi visto anche il caldo che faceva, abbiamo preferito spendere 5€ in due e prendere un ombrellone e due lettini, così da poterci riparare durante le ore di punta.

A prescindere da questo ho trovato la spiaggia molto carina e ideale per staccare qualche giorno e godersi il mare. 

My son, Hoi An Vietnam

Le rovine di My Son sono le più importanti e famose di tutto il Vietnam e per questo sono sicuramente una tappa da non perdere durante la tua permanenza a Hoi An. Si tratta infatti di un gruppo di templi indù costruiti tra il IV e il XIV secolo dedicati al dio Shiva ed erano il luogo religioso dove venivano organizzate cerimonie durante il regno dei Champa. 

Si trovano poi a circa 40 km dalla città, circa 1h, e per questo ti consiglio se vuoi visitarli, di partecipare o ad un tour, oppure di affidarti ad un driver privato.

Un tour ti consterà all’incirca 20€ per persona, un driver contrattando circa 25€ da dividere poi per il numero di persone che siete. Quindi la differenza principale la farà se stai viaggiando sola/o o in compagnia e se preferisci l’autonomia o la condivisione con altre persone.

Il costo del sito è poi di circa 6€.

A prescindere da come ci arriverai, il sito è davvero suggestivo, ricco di rovine e immerso nella giungla, un pò come Angkor Wat in Cambogia.

Golden bridge 

hoi an vietnam golden bridge

Il ponte sospeso o anche Golden Bridge ad Hoi An in Vietnam è una delle attrazioni che negli ultimi anni, è stato realizzato nel 2018, ha suscitato più interesse tra i turisti in viaggio in Vietnam. Questo ponte si trova all’interno di Ba Na Hills, un complesso su di una collina a circa 60km da Hoi An, a circa 2h di strada.

Per raggiungerlo hai quindi diverse opzioni, partecipare ad un tour, affidarti ad un driver privato oppure salire su un van in condivisione. Tieni in considerazione che solo l’ingresso a Ba Na Hills viene circa 33€ e a questo prezzo dovrai poi aggiungerci o il costo del driver circa 40€, oppure del van condiviso 6€, oppure del tour che in base a diversi fattori, incluso di pranzo o meno, può costare tra i 65€ agli 80€, ovviamente già incluso del costo del biglietto d’ingresso.

In tutti i casi considera che ti andrà via la giornata, tra andare, tornare e stare dentro al parco. Si perché è di parco divertimenti che si tratta. Tra l’altro per accedervi dovrai prendere diverse cabinovie perché si trova a 1500 metri d’altezza. Una volta in cima troverai tante giostre, spettacoli, eventi, quartieri e castelli a tema. Un pò come andare a Disneyland. Per quanto riguarda il ponte invece, a meno che non deciderai di soggiornare all’interno del parco, lo vedrai sempre pieno di gente. Quindi dimenticati le foto che avrai visto su internet del ponte vuoto.
Valuta quindi sulla base del tuo amore o dei tuoi figli per i parchi divertimenti, del tempo che hai a disposizione e del prezzo, se ne vale o meno la pena venirci.

Come arrivare da Hanoi ad Hoi An Vietnam

Per arrivare da Hanoi ad Hoi An, puoi valutare di dividere il viaggio per tappe, per esempio raggiungendo prima Ha Long Bay in circa 3h, poi Tam Coc in circa 4h per poi prendere un notturno su Hué di circa 12h ed infine un minivan su Hoi An di 4h. In questo modo avrai anche già abbozzato il tuo itinerario di viaggio tra nord e centro del paese.

In alternativa se non hai tempo a disposizione per spezzare il viaggio, perché sono tantissimi kilometri, circa 800, puoi valutare un volo interno. Chiaramente non è l’opzione più sostenibile e meno impattante, i voli interni purtroppo inquinano tanto, ma sicuramente ti porterà in appena 1h da Hanoi ad Ao Nang.

Se poi ami il verde e la natura, da Hoi An prendi un autobus notturno e raggiungi la splendida Da Lat, una città circondata dalle montagne dove goderti qualche giorno al fresco e dove fare ottime degustazioni di caffè. Ne parlo in maniera più approfondita in questo articolo.
Prima di proseguire il tuo viaggio verso l’estremo sul del paese, non perderti anche come tappa Mui Nè, una località sul mare dove vedere il deserto del Vietnam.

Cosa comprare ad Hoi An 

Ad Hoi An Vietnam ci sono diverse esperienza da provare e bellissimi prodotti local da acquistare. Per esempio potresti pensare di provare in città una cooking class di piatti vietnamiti, io ti consiglio Chickpea Eatery che li fa vegetariani/vegani o di provare una degustazione dei loro buonissimi the e caffè come al Reaching Out Teahouse, visto che sono tra i maggiori produttori al mondo. In questo locale tra l’altro viene data la possibilità a persone con disabilità di lavorare e il progetto è assolutamente straordinario, che merita di essere supportato, se vuoi approfondire la loro storia la trovi al link qui sopra.

hoi an vietnam, esperienze tipiche

Come invece prodotti da acquistare ti consiglierei una lanterna, io l’ho comprata artigianale da Reaching Out Teahouse, e visto la sua nomea l’Ao Dai, il vestito tipico vietnamita. Devi sapere infatti che le sarte ad Hoi An sono tra le migliori del paese e potranno realizzarti un abito su misura in appena 24h. Ti basterà presentarti al negozio, scegliere i tessuti, i colori e poi starà a loro cucire su misura per te l’abito. Io me lo sono fatto commissionare ed è tra i regali più belli che mi sia mai fatta. Il costo è di circa 40/50€ e se vuoi sapere dove sono andata, scrivimi sul mio profilo Instagram.

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *