Cosa vedere in Val d’Orcia, le tappe più belle

cosa vedere in val d'orcia

5 mins read.

Le meraviglie in questa zona della Toscana non mancano, ma cosa vedere in val d’Orcia e quali sono le tappe imperdibili? Scopriamole insieme.

Ho visitato la val d’Orcia durante l’estate del Covid, e forse anche per questo è stato un viaggio che ho amato profondamente. E’ stato come tornare a respirare a pieni polmoni tra quei paesaggi sconfinati e e quei borghi così suggestivi.

La val d’Orcia è un territorio incredibile, infatti nel 2004 è entrata anche a far parte del patrimonio UNESCO

La sua bellezza risiede tra le sue dolci colline ricoperte da una fitta vegetazione composta da vigneti, oliveti, cipressi, faggeti e castagneti.
Come contorno ci sono poi dei meravigliosi antichi casolari di origine medievale, case rurali e rocche. E’ un paesaggio molto amato soprattutto da chi cerca pace, tranquillità e contatto con la natura.

E’ una zona ricercata anche per il buon cibo e il buon vino. Queste terre infatti sono ricche di vigneti ed uliveti molto importanti dove si producono prodotti di alta qualità famosi in tutto il mondo. Infatti un’esperienza che non si può non provare in val d’Orcia è una degustazione

Inoltre la val d’Orcia si trova a circa 1h di strada sia dalla splendida Firenze che dalla Maremma Toscana.

Cosa vedere in val d’Orcia

Pienza

Il borgo più bello che ho visitato di tutta la val d’Orcia. E’ un susseguirsi di piccole vie in ciottoli da dove godere di un panorama strepitoso grazie alle sue terrazze.

Non dimenticarti di andare a visitare il Duomo che si trova nella piazza principale.

Una particolarità di Pienza poi è che ogni via ha un nome molto originale e romantico, io non ho saputo resistere e ho scattato qualche foto.

Montalcino

Arriverai a Montalcino attraverso una strada super panoramica dalla quale godrai di una meravigliosa vista.

Il centro storico invece è molto piccolo, caratterizzato da due/tre vie molto strette principali che ti porteranno nella piazza principale dove troverai il Palazzo dei Priori e la Chiesa di Sant’Agostino.

Da non perdere la Rocca di Montalcino.

Montepulciano

E’ tutto un susseguirsi di piccole botteghe e piccoli negozi tipici dove fare anche qualche acquisto e dove comprare una buona bottiglia di rosso.

Anche in questo caso le piccole vie in ciottoli confluiscono tutte nella grande piazza principale, dove potrai sederti al tavolino di un bar e gustarti un buon caffè con una splendida vista.

San Qurico d’Orcia

E’ un borgo davvero molto piccolo, formato da una via principale ricca di negozietti e piccoli ristorantini.
La particolarità di questo borgo rispetto ai precedenti è dovuta al bellissimo giardino botanico presente nel centro storico. 

Castiglione d’Orcia

Visitare questo borgo è come tornare indietro di 100 anni.
Tutte le costruzioni sono in ciottoli e gli abitanti sono davvero pochi.
Però è bello vedere come lo spirito del borgo sia più vivo che mai.
Era domenica mattina quando siamo arrivati qua e tutte le famiglie con i figli si erano ritrovati nella piccola piazzetta; chi per chiacchierare chi per giocare.

Proseguendo il giro oltre la piazza abbiamo trovato solo case.
Non ci sono negozi né botteghe.
L’atmosfera è davvero molto suggestiva.

Da non perdere la Rocca d’Orcia. 

Bagno Vignoni

Questo borgo piccolissimo è famoso soprattutto per le terme e per i suoi centri benessere grazie alle acque che sgorgano in questo luogo e che sono state da sempre utilizzate fin dall’epoca romana a scopi termali.
La particolarità di questo borgo?
C’è una piscina termale al centro della piazza principale. Strano vero? In nessun’altra località in Italia ne troverai una. Infatti questa piazza di epoca rinascimentale è stata costruita esattamente sopra la fonte originale di acqua termale, la stessa di cui usufruivano anche i romani.

Val d’Orcia itinerario in auto

Non c’è cosa più bella secondo me che girare la val d’Orcia in auto, o altrimenti in moto se si è in due.
Le strade sono piccole ma assolutamente sicure e ben asfaltate.
I borghi gli uni dagli altri non distano tanto ma fidati che sarà un vero piacere guidare su queste strade.
I paesaggi sono veramente incredibili, tra vigneti e ulivi.

Anche per quanto riguarda i parcheggi c’è una buona organizzazione.

Ogni borgo infatti ha più spiazzi dove poter parcheggiare la propria auto e in molti casi sono anche gratuiti. 
In alta stagione però cerca di arrivare sempre il mattino presto, sia per evitare ti trovare i parcheggi pieni sia perchè ti godrai la passeggiata con più calma senza soffrire troppo il caldo.
In estate piena può risultare davvero faticoso visitare i borghi sito il sole cocente. 

Itinerario val d’Orcia

  • Montepulciano
  • Pienza
  • Montalcino
  • San Quirico d’orcia
  • Castiglione d’Orcia
  • Bagno Vignoni

Val d’Orcia dove dormire

Non è un vero viaggio in val d’Orcia se non scegli un agriturismo o un casolare dove dormire.
Scegliere un hotel in questo caso non da valore alla zona in cui ti trovi.
Almeno secondo il mio parere.
C’è bisogno di contatto con la natura, di giardini, di amache, di terrazze dove respirare a pieni polmoni, dove non sentire nessun rumore di auto. 
Per me la val d’Orcia è questo.
Io per vivere a pieno l’esperienza ho scelto questa struttura e non avrei potuto prendere decisione migliore.

Val d’Orcia mappa

Cosa vedere in val d’Orcia in tre giorni

Day 1 cosa vedere in Val d’Orcia

Il punto di partenza del proprio itinerario dipende sempre da dove si arriva.
Noi infatti per comodità arrivando da Rimini siamo partiti da Montepulciano.
Siamo arrivati che era metà mattina e il sole era già alto in cielo.
Ritrovarmi per la prima volta in un borgo della val d’Orcia è stato emozionante.
Ho amato perdermi tra quelle piccole vie, non seguire uno schema preciso e meravigliarmi ad ogni angolo.
Qui comprammo la prima bottiglia di rosso di Montepulciano, facendoci consigliare dal proprietario di una piccola bottega. Terminata la passeggiata ci siamo rimessi in marcia per raggiungere il nostro appartamento.
Una volta arrivati non potevamo credere ai nostri occhi.
Eravamo totalmente lontani da qualsiasi rumore acustico.
Attorno a noi solo verde, uccellini che cantavano e una bellissima piscina dove rilassarci.

Non ci abbiamo pensato due volte e abbiamo passato il pomeriggio a rilassarci tra queste bellezze.

Day 2 cosa vedere in val d’Orcia

Sveglia presto per sfruttare le prime ore della giornata camminando al fresco, direzione Montalcino.

Abbiamo parcheggiato la macchina lungo la via panoramica e ci siamo fatti una bellissima passeggiata sotto un viale tutto alberato dalla quale si godeva di una vista incredibile.
Ci siamo presi un caffè in un piccolo bar con giardino esterno e poi abbiamo iniziato il giro.
Tutto è intimo e personale in questi borghi.
Mentre passeggi ti accorgi di entrare nella quotidianità delle persone.
Ci sono dolci signore anziane che iniziano a sbattere i panni dalle finestre, c’è chi si siede fuori dalla propria porta per respirare un pò d’aria fresca, tu le saluti, sorridi e riprendi a camminare.

Per me tutto questo è magico, profuma di vita vera.
Anche qua non abbiamo resistito e abbiamo comprato una bottiglia di Montalcino.
Nel pomeriggio invece ci siamo dedicati alla visita di Pienza.
Il borgo che ho preferito in assoluto.
In ogni angolo di ogni via c’erano piccoli ristoranti tipici dove fermarsi a mangiare ottimi prodotti della zona.

Day 3 cosa vedere in val d’Orcia

L’ultimo giorno invece ci siamo dedicati alla visita di San Quirico D’Orcia e a Castiglione d’Orcia.
Due borghi come già detto molto piccoli ma che sono molto caratteristici e molto piacevoli da visitare.
Come ultima attività invece prima di partire abbiamo fatto la nostra prima degustazione di vini.
E’ stata un’esperienza davvero unica.
Immergersi tra i vigneti, sentire i racconti e le storie di quelle famiglie che lavorano tutti i giorni per produrre i loro prodotti.
Non potevamo concludere il nostro piccolo roadtrip in val d’Orcia in maniera migliore!

Te invece sei amante dei roadtrip? dove sei stat* in Italia?

Info sull'autore

Alice Pruccoli

Vivo e viaggio all'estero da quando a 21 anni sono partita con il mio biglietto di sola andata per l'Australia. Da allora sono sempre alla ricerca di nuovi paesi oltreoceano da scoprire!
In questo blog potrai quindi trovare ispirazione per nuove mete oppure farti organizzare il tuo viaggio da me.

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *