Come visitare le isole Whitsunday, i costi e tanto altro

6 mins read.

In questo articolo scoprirai il più bel punto panoramico per ammirare le isole Whitsunday e Whitehaven, quali tour evitare e come vedere l’Heart reef.

L’Australia è un paese immenso, dove di sicuro non basteranno 2 settimane o 1 mese per vederla tutta. Organizzare infatti il viaggio e scegliere dove e cosa vedere è fondamentale per non perdere tempo. Ti basta pensare che per fare un coast to coast in aereo ci vogliono 4 ore. Io ci ho vissuto un anno e comunque non ho visto tutto di questo immenso e bellissimo paese.

Partendo quindi dal presupposto che non potrai visitare tutto in un viaggio in Australia, ci sono comunque dei luoghi intoccabili, che assolutamente bisogna visitare, uno di questi sono le isole Whitsunday. In questo articolo troverai infatti tutte le informazioni che ti servono per visitarle, i costi, il periodo migliore, i tour da evitare, i punti panoramici più belli, e come fare per vedere il bellissimo atollo a forma di cuore.

Se poi non ti senti sicuro/a ad organizzare un viaggio in Australia in autonomia, non pensarci due volte e contattami, oltre ad aver vissuto in questo splendido paese e quindi a conoscerlo molto bene, sono anche travel designer, e potrò costruirti il viaggio su misura sulla base delle tue necessità.

Clicca qui se vuoi ricevere una proposta di viaggio in Australia gratuita!

Isole Whitsunday come arrivare

Le isole Whitsunday sono in tutto 74 e l’unico modo per raggiungerle è via mare. Si trovano infatti a largo della costa est dell’Australia, a circa 1.114 km da Brisbane, una delle principali città australiane.

Il punto di partenza per le escursioni è poi Airlie beach, una piccola città diventata famosa proprio perché da qua si possono andare a visitare queste splendide e meravigliose isole. 

Le opzioni quindi per raggiungere le isole Whitsunday sono due: o prendere un volo interno fino ad Airlie, l’aeroporto si trova a circa 40km dalla città, oppure organizzare un on the road lungo la costa orientale dell’Australia, partendo da Cairns e arrivando, in base a quanto tempo hai a disposizione, fino a Brisbane, a Sydney o a Melbourne.

Whitsunday Islands tour ed escursioni

Le opzioni per visitare le isole Whitsunday sono poi varie e si differenziano sia a livello di attività che a livello di prezzo. Chiaramente in centro ad Airlie beach troverai tantissime agenzie che ti proporranno tour ed escursioni, io comunque ti consiglio di arrivare già con tutto prenotato, sarebbe un vero peccato arrivare qua e trovare tutto sold out.
Ad ogni modo hai diverse opzioni per visitarle:

  • fare un day trip
  • fare un tour di 2/3 giorni in barca
  • soggiornare in uno dei resort presenti sull’isola o in tenda
  • fare un volo in elicottero

Partiamo dalla prima opzione, ovvero fare un tour di 1 giorno.
E’ sicuramente un’idea valida se non hai molto tempo a disposizione, ma a mio avviso non ne vale assolutamente la pena. Piuttosto togli qualche tappa dal tuo viaggio ma concediti almeno 2 o 3 giorni per visitare queste splendide isole uniche nel loro genere. Fare un giorno infatti quasi non ne vale la pena, farai un giro in barca, raggiungerai Whitehaven beach nell’orario di punta con più turisti e tornerai indietro. Calcola poi che per un giorno pagherai dai 90€ ai 150€ .

Il mio consiglio quindi per goderti a pieno queste isole è quello di prendere parte ad un tour di 2/3 giorni in barca. Ovviamente i costi sono più alti, considera almeno 300/400€ tutto compreso, ma fidati che saranno i soldi meglio spesi.

Io per esempio avevo prenotato su Getyourguide un tour di 3 giorni in barca a vela insieme ad altre 16 persone. Per risparmiare poi avevo optato per una barca molto piccola infatti gli spazi erano davvero miseri, però è stata un’esperienza bellissima che rivivrei altre mille volte.

Grazie al tour di 3 giorni ho avuto quindi la possibilità di raggiungere la spiaggia più bella delle isole Whitsunday, ovvero Whitehaven beach e godermela con calma negli orari migliori senza turisti.

Oltre alla visita e alla giornata passata in questa spiaggia, ammirerai le altre bellissime isole che compongono questo arcipelago, facendo snorkeling tra pesci e tartarughe, ammirando incredibili tramonti e albe sensazionali. Saranno giornate semplici, scandite dai ritmi della natura, che ti sapranno donare un valore immenso. 

Vivere alcuni giorni in barca è infatti un’esperienza che ti consiglio di vivere almeno una volta, e se ne hai l’occasione, questo è uno dei luoghi più belli sul pianeta dove farlo.

isole whitsunday snorkeling

La terza opzione per visitare le Whitsunday è invece quella di soggiornare in uno dei resort presenti sulle varie isole, oppure campeggiare in tenda. Considera però che i resort hanno dei costi davvero spropositati, parliamo di strutture che vanno dai 250€ in su a notte, senza considerare che sono molto pochi e neanche su tutte le isole.
Campeggiare con la tenda invece ti farà vivere a pieno l’anima selvaggia dell’isola, alcuni tour infatti permettono di fare 1 notte in barca e 1 in tenda.

L’ultima opzione invece, ti permetterà di vivere le Whitsunday in maniera completamente diversa dalle altre, perché potrai ammirarle da una prospettiva unica, ovvero dall’alto. Avere la possibilità di sorvolare in elicottero sopra queste isole, ammirare la barriera corallina e le mille sfumature dell’acqua, sarà un’esperienza indimenticabile. In elicottero potrai poi osservare la barriera corallina dall’alto e ammirare anche il famoso Heart Reef, un bellissimo atollo a forma di cuore.
Provare l’esperienza del volo chiaramente è una delle attività più costose, il giro dura circa 1h e costa circa 150€ a persona.

isole whitsunday riserva naturale

La spiaggia più bella delle isole Whitsunday: Whitehaven beach

La spiaggia più bella di tutte le isole Whitsunday è Whitehaven beach e già dal nome capirai bene perché.
Si tratta di una spiaggia unica, composta da sabbia al 99% in silice. Alla vista infatti è quasi completamente bianca e questo ti darà la possibilità di non scottarti mai i piedi, neanche nelle ore più calde.

Pensa che è anche stata scelta come meta per girare alcune scene dei Pirati dei Caraibi.

Ad ogni modo uno dei punti panoramici più belli da dove godersi lo spettacolo di questa spiaggia è da Hill Inlet Lookout. Si tratta di un punto strategico raggiungibile attraverso un sentiero in mezzo al bosco, dove è stata installata una grande pedana in legno, da dove potrai godere di tutti i colori della baia.

Se poi eviterai il tour da 1 giorno, potrai ammirare da questo punto il fenomeno della bassa e alta marea che interessa Whitehaven beach.

Al mattino infatti ti ritroverai di fronte ad un‘immensa distesa di sabbia, mentre a mano a mano che le ore passeranno, le acque si riapproprieranno sempre di più dei loro spazi, fino a quando la spiaggia non si ritirerà quasi completamente. A quel punto raggiungendo di nuovo il punto panoramico, potrai ammirare uno dei paesaggi più belli della tua vita.

I colori dell’acqua assumono sfumature di un turchese che io non avevo mai visto. L’acqua infatti cambia tonalità passando da un azzurro più chiaro ad uno più acceso grazie alle correnti.
Trovandoci poi su un’isola che è anche una riserva naturale, tutt’attorno non troverai stabilimenti, bar o infrastrutture, ma alberi e tanto verde. I percorsi infatti sono all’interno del parco dove troverai comunque tutto ben segnalato.

Qua la natura regna ancora sovrana e nonostante sia una delle spiagge più famose d’Australia è stata preservata e protetta, e questo trovo sia davvero impagabile.  

Isole Whitsunday e dintorni

Airlie beach di per sè è una cittadina che non ha molto da offrire, è conosciuta infatti solo perché da qua partono le escursioni per raggiungere le Whitsunday. Per questo in centro troverai i beni essenziali: negozi, supermercati, agenzie e qualche ristorante e bar, di conseguenza ti consiglio di non dedicarci oltre il tempo per imbarcarti.

Se poi stai facendo un roadtrip lungo la costa est ti consiglio, se stai salendo verso nord di raggiungere Townsville per poi imbarcarti per le bellissime Magnetic islands mentre se stai scendendo verso sud, imperdibile c’è Hervey Bay per poter ammirare le balene.

Mentre se riprenderai un volo interno per spostarti, ti consiglio di fermarti qualche giorno a Sydney.

isole whitsunday e dintorni

Isole Whitsunday periodo migliore

Il periodo migliore per venire a visitare le Whitsunday islands è sicuramente da Maggio a Settembre, evitando così i periodi da Novembre ad Aprile che sono quelli più piovosi.

Chiaramente questi sono i periodi anche di più alta stagione per questo il mio consiglio è quello di prenotare tutto con il dovuto anticipo, in modo da evitare spiacevoli sorprese.
Se poi vuoi cercare di limare un pò i prezzi, ti direi di andare a cavallo dei due periodi, a tra fine Aprile inizio Maggio oppure a fine Settembre inizio Ottobre.

isole whitsunday punto panoramico
Info sull'autore

Alice Pruccoli

Vivo e viaggio all'estero da quando a 21 anni sono partita con il mio biglietto di sola andata per l'Australia. Da allora sono sempre alla ricerca di nuovi paesi oltreoceano da scoprire!
In questo blog potrai quindi trovare ispirazione per nuove mete oppure farti organizzare il tuo viaggio da me.

Potrebbe piacerti...

2 commenti

  1. Ciao Alice,
    è un piacere leggere le tue avventure e sognare ancor prima di partire.. a fine novembre partiremo per il viaggio di nozze. un mese in australia da perth passando per tutto il sud; passare da ayers rock e da cairns per poi rilassarci 6 gg a hamilton island, senza dimenticare melboune, sydney e brisbane. Volevo chiederti alcuni consigli pratici se puoi aiutarmi:

    per quanto riguarda lo snorkeling conviene comprare eventualmente maschere ecc direttamente in loco??

    anche per comunicare con l’italia e per avere internet (oltre il wi fi nei vari punti di approdo) conviene farsi una schedina australiana? se si che offerte ci consigli?

    per il cambio dei soldi conviene farlo in banca in italia o maari meglio in aeroporto (scalo a dubai o aeroporti ausraliani) o cambiare direttamente giu?

    a livello di pagamenti meglio portarsi diversi contanti (magari 1500 dollari gia cambiati) e poi utilizzare le carte?

    se poi ha altri consigli te ne sarei grato.

    grazie mille

    Valerio Cesi

    1. Ciao Valerio, grazie per il bellissimo complimento! Allora le maschere, boccaglio etc se hai modo di portartele dall’Italia meglio perchè pagherai sicuramente di meno rispetto a comprarle in Aus.
      La sim telefonica la puoi fare direttamente in aeroporto appena arrivi o in città io avevo scelto la Optus.
      Il cambio dei soldi invece fai tutto una volta che arrivi, in aeroporto cambia il meno possibile perché i tassi sono svantaggiosi, tra l’altro là si paga tutto con la carta quindi potresti anche pensare di non prelevare affatto.
      Spero di aver risposto a tutte le tue domande, buon viaggioo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *