Come organizzare un viaggio in Giappone fai da te 

Articolo aggiornato il 26/05/2024 da Alice Pruccoli


Se stai pianificando questo incredibile viaggio e vuoi capire come organizzare un viaggio in Giappone fai da te, sei nel posto giusto.

Il Giappone è un paese incredibilmente ricco di varietà, contrasti, bellezze autentiche ed è assolutamente da visitare almeno una volta nella vita. 

E’ però un paese in cui è importante sapere tante cose, così ad arrivare preparati per evitare difficoltà sul posto, anche perchè come vedrai leggendo questo articolo, di cose da sapere ce ne sono tante. 

In questo articolo andremo quindi a capire bene come organizzare un viaggio in Giappone fai da te, rispondendo a domande come che tappe inserire, quanti giorni stare, come è meglio spostasi e tanto altro.

Se poi non mi conosci io mi chiamo Alice e di lavoro mi occupo proprio di organizzare viaggi e itinerari su misura. Parto infatti dalla mia esperienza personale, perchè ogni anno viaggio e visito nuove destinazioni per testare in prima persona i servizi che propongo, per offrire un prodotto sempre più di qualità e di livello. Oltre a questo mi formo e studio costantemente per essere sempre più professionale e affidabile.

Scopri i miei servizi e leggi le recensioni delle persone che si sono già affidate a me.

Qual’è il periodo migliore per andare in Giappone 

organizzare un viaggio in Giappone fai da te il periodo migliore

Alla domanda se c’è un periodo migliore per andare in Giappone, la risposta è che dipende da quello che si vuole vivere, dal proprio budget e da quello che si vuole vedere.

Per esempio un must per un primo viaggio in Giappone è la primavera, così da poter vedere i ciliegi in fiore. E’ tutto bellissimo se non fosse che la primavera è anche uno dei periodi in cui piove di più in tutto l’anno, dove i prezzi sono alle stelle e dove è strapieno di gente. 

L’estate è invece un periodo ideale se si vuole visitare in abbinata alle classiche tappe, anche il mare, raggiungendo le isole più a sud del Giappone, oppure se si vuole scalare il Monte Fuji. In questi mesi però è importante che tu sappia che le temperature sono davvero molto alte, in cui l’umidità sfiora il 99% e in cui ci sono parecchi rischi di tifoni, soprattutto ad Agosto e Settembre. 

Passiamo poi al periodo autunnale, il mio preferito, in cui le temperature sono miti, il clima è secco, non piove quasi mai e c’è la possibilità di vedere il meraviglioso fenomeno del foliage. Tra l’altro nonostante sia un periodo stupendo in cui andare in Giappone, non è inflazionato tanto quanto la primavera, quindi i prezzi rimangono piuttosto nella norma, così come l’afflusso di turisti. 

Arriviamo poi alla stagione sicuramente più economica, escluso il periodo ovviamente di natale e capodanno, che è l’inverno. Essendo infatti freddo, con anche possibilità di neve in diverse zone, i prezzi sono molto più contenuti, allo stesso modo il turismo è minimo.

Quindi se vuoi viverti il Giappone low cost e con poca gente, è il periodo giusto per te. 

Organizzare un viaggio in Giappone fai da te: il volo 

Ad oggi l’aeroporto migliore da dove partire è Roma, visto che offre anche la possibilità di voli diretti, da tutti gli altri aeroporti invece, incluso Milano, si vola con uno scalo in mezzo. Ma ovviamente se vuoi risparmiare, conviene sempre acquistare un volo con uno scalo.

Allo stesso modo se devi scegliere l’aeroporto di arrivo, sicuramente i più competitivi sia a livello di compagnie che di prezzi, sono l’aeroporto di Tokyo- Narita e l’aeroporto di Tokyo-Haneda.

Ti consiglio comunque di tenere sempre in considerazione l’andata e ritorno su Tokyo, così da evitare il sovrapprezzo del cambio di aeroporto.

Ad ogni modo sappi che il secondo aeroporto internazionale più importante è quello di Osaka, ma ti direi di valutarlo solo se decidi di fare un viaggio combinato per esempio Giappone più Vietnam, o Cambogia, o Thailandia o Bali. Altrimenti è più vantaggioso ed economico, volare da Tokyo. 

Quanti giorni fare in Giappone 

organizzare un viaggio in Giappone fai da te quanti giorni fare

Se stai organizzando un viaggio in Giappone fai da te e stai cercando di capire quanto rimanerci, sappi che ovviamente una risposta giusta non c’è. Perché tutto dipende non solo dai giorni di ferie che avrai, ma anche dal tuo budget, però ecco se dobbiamo parlare di minimo, ti direi di considerare almeno 10 giorni.

In 10 giorni infatti avrai la possibilità di vistare almeno 2 città del Giappone inserendo anche qualche gita in giornata per esempio al monte Fuji, e per farti quanto meno un’idea delle possibilità e differenze che si possono incontrare in questo paese. 

Fare meno di 10 giorni in Giappone, a mio avviso potrebbe non avere molto senso da un punto di vista logistico, per il semplice fatto che non viene neanche ammortizzato il costo del biglietto aereo, che ormai minimo viene 800€ tra andata e ritorno. 

Non sai come gestire l’itinerario e il programma perchè vuoi visitare più posti ma non sai se stai considerando abbastanza giorni? Contattami perché sono la persona giusta per te. Occupandomi di organizzare viaggi su misura, saprò supportarti e seguirti al meglio per rendere il tuo viaggio in Giappone speciale.

Per avere invece un’idea dell’itinerario continua a leggere perché ne parliamo tra poco.

Che documenti servono per andare in Giappone 

Per entrare in Giappone non serve richiedere un visto turistico, infatti per soggiorni sotto i 90 giorni, viene semplicemente apposto sul passaporto un timbro d’ingresso.

Oltre a questo ti verrà chiesto di compilare un arrival card, che se desideri puoi anche fare online a questo link Visit Japan Web.

Come ultimo documento importante da avere se vuoi organizzare un viaggio in Giappone fai da te, c’è ovviamente l’assicurazione. Partire infatti per un viaggio intercontinentale senza una polizza medica è davvero un rischio, per queso io ti consiglio vivamente di sottoscrivere un’assicurazione che ti protegga così da non dover pensare a nulla.

Scegli la Cap Annullamento di Chapka che l’assicurazione che uso anche io da anni, e goditi il Giappone senza stress!

Come organizzare un viaggio in Giappone fai da te: l’itinerario 

organizzare un viaggio in Giappone fai da te l'itinerario

In questo caso si apre un discorso infinito ed enorme, perchè chiaramente non c’è un itinerario universale per tutti. Ogni programma di viaggio è estremamente personale e soggettivo, perché ognuno ha interessi e passioni diverse, che è giusto trovino spazio anche in viaggio.

Questo è il motivo per cui io lavoro solo su misura, con me infatti non troverai brochure o pacchetti prestabiliti, soprattutto in un paese così vario come il Giappone.

Ami la sfera manga e anime e vuoi visitare negozi o partecipare ad eventi? Sei appassionata/o di cibo e vuoi provare i piatti tipici giapponesi? Vuoi provare l’esperienza della cerimonia del tè o partecipare ad uno spettacolo di geisha? Con il mio supporto, creeremo un programma cucito su misura per te e i tuoi interessi.

Ad ogni modo per un viaggio di 10 giorni in Giappone, il mio consiglio è quello di visitare come prima tappa Tokyo, trovi cosa vedere a Tokyo in questo articolo dedicato. Mentre come seconda tappa potresti scegliere tra Kyoto o Kanazawa, inserendoci magari una gita in giornata che potrebbe essere Shirakawa-go per Kanazawa e Nara o Osaka per Kyoto. 

Trovi approfondimenti per entrambe queste città in questi due articoli cosa vedere a Kyoto e cosa vedere a Kanazawa.

Con 15 giorni a disposizione invece potresti sicuramente visitare tutte e 3 queste città sopracitate, oppure potresti pensare di fare Tokyo, Kyoto e poi fare tappa a Osaka e a Hiroshima, con sosta anche al castello Himeji

Diversamente, con 21 giorni di viaggio avrai sicuramente la possibilità di dedicarti anche a zone del Giappone meno battute e più autentiche. Tra queste merita una visita il Koyasan di modo da dormire anche in un tempio buddhista, così come la bellissima zona delle alpi giapponesi nel cuore del paese. Allo stesso modo potresti pensare di spingerti più a nord, visitando magari Hokkaido, oppure di fare un combinato aggiungendo anche tappa mare nelle bellissime isole giapponesi come Okinawa, giusto per citare la più famosa.

Infine con 30 giorni a disposizione se vuoi organizzare un viaggio in Giappone fai da te, potresti allungarti fino alla città di Fukuoka a sud del paese, ma anche di raggiungere Nagano, Matsumoto e Yudanaka, visitando anche altre città nei dintorni di Tokyo, come Nikko e Kamakura.

Quindi se vuoi organizzare un viaggio in Giappone fai da te, sarà molto importante analizzare le attività ed esperienze più importanti per te, così come le città che proprio non vuoi saltare.

Come organizzare un viaggio in Giappone fai da te: come spostarsi 

organizzare un viaggio in Giappone fai da te come spostarsi

Il mezzo migliore con cui spostarsi dipende chiaramente da diversi fattori, il giro che vorrai fare, in quanti siete a viaggiare e quanto tempo hai a disposizione. 

Indubbiamente il treno è il mezzo più comodo, rapido e sostenibile, soprattutto se parliamo dei treni ad alta velocità, ovvero gli Shinkansen, che coprono tratte di centinaia di kilometri in poche ore. Diverso chiaramente è il discorso se opterai per dei treni diciamo “regionali”. Anche in questo caso il budget a disposizione farà la differenza, purtroppo poi da settembre 2023 il Japan Rail pass è aumentato di prezzo in maniera non indifferente, se quindi prima tendenzialmente si acquistava di default, ora va analizzata molto meglio la situazione per capire cosa conviene di più fare. Per intenderci se non sai che cos’è, il Japan rail pass è un pass ferroviario molto comodo, perché permette di spostarsi con i treni in tutto il Giappone ( solo alcune linee sono escluse) e che può essere acquistato per 7,14 o 21 giorni.

Ti lascio qua il link per acquistare il Japan Rail Pass, lo stesso che ho acquistato io se ritieni sia la soluzione migliore per te.

Diversamente potresti valutare l’acquisto di un pass regionale oppure di acquistare singolarmente i treni.

Qual’è il pass migliore per spostarsi in Giappone? Scopri le loro varie differenze qui!

Non sai invece quale tra queste opzioni sia la più indicata per te? Fai un test con il calcolatore inserendo le varie città che vuoi visitare, così sarai sicura/o di aver preso la decisione giusta.

Tra l’altro ora i treni si possono anche acquistare online prima di partire sul sito di Japan Experience, altrimenti puoi comprarli una volta in loco nelle varie stazioni.

Dai treni passiamo agli autobus che sono sì comodi, ma ovviamente sono soggetti al traffico e quindi sono da valutare se non hai i tempi stretti, oppure se vuoi raggiungere zone non servite dai treni.

Infine abbiamo la macchina, da valutare se siete per esempio in 4 amici che volete partire per il Giappone oppure una famiglia. Anche qua torna il discorso traffico e ore che si dilatano rispetto al treno veloce, ma per esempio se vuoi raggiungere zone più isolate o vuoi le tue comodità, la macchina è la scelta più giusta. 

Parlando invece del mezzo più economico per spostarsi in Giappone, questo è l’autobus notturno, perché ti permette di risparmiare sul costo della notte e di pagare poco per tratte di centinaia di kilometri senza togliere ore alle tue giornate. Se quindi vuoi viaggiare low budget, è sicuramente il modo per spostarti migliore che puoi considerare. Per prenotare autobus notturni puoi andare sito di Willer.

Quindi come hai potuto ben capire, tutto è molto relativo e dipende dai tuoi bisogni e necessità. 

Dove dormire in Giappone

organizzare un viaggio in Giappone fai da te dove dormire

Dormire in Giappone ha un costo che varia tantissimo dalla stagione, le stesse strutture durante per esempio la primavera, subiscono dei rincari non indifferenti, dalle festività e dai giorni della settimana. Quindi non dimenticare di considerare questo aspetto quando sarà il momento di organizzare il tuo viaggio in Giappone.

Ad ogni modo, se vuoi viaggiare low cost, troverai in tutte le città possibilità di dormire in ostello, che più o meno si aggira sui 20/30€ per persona. 

Se hai la possibilità poi di prenotare con il giusto anticipo fallo, troverai anche diverse soluzioni di hotel o strutture di livello medio con camera e bagno privato a 50/60€ in due, ma non pensare che sia questa la normalità, anzi questa è una vera fortuna.

Per dormire infatti in hotel di fascia media, si parla generalmente di almeno 80€ in due a notte, prezzo che ovviamente può salire in base a tutti i fattori di cui ti ho parlato poco fa. Per esempio a Tokyo la stessa struttura di giovedì veniva 85€ e di sabato 120€. Oppure a Kanazawa nel weekend di una festività, non sono riuscita a trovare niente sotto i 130€.

Ma oltre alle classiche notti in hotel, una volta in Giappone vale, a mio avviso, anche la pena di provare altre tipologie di strutture, dalle più tipiche e tradizionali a quelle più stravaganti e particolari.

La prima ovviamente è quella di dormire in un ryokan, la classica casa giapponese in legno. In questo caso si dormirà quindi su un futon, il loro materasso, posto sopra ad un tatami, il classico pavimento giapponese. In città ne troverai diversi ma più che altro saranno hotel strutturati a ryokan, se quindi vuoi soggiornare in un vera casa giapponese, è fondamentale spostarsi dalle grandi metropoli. Potresti quindi vivere questa esperienza a Takayama o a Yudanaka.

Un’altra esperienza che ti consiglio di provare è quella di dormire in un tempio buddhista nel Koyasan, si tratta di uno dei luoghi di culto più famosi e importanti del paese grazie ai più di 100 centri monastici. Di questi cento poi, circa la metà offre alloggio a turisti e pellegrini. E’ un’esperienza davvero unica e particolare e assolutamente da provare.

Per un’esperienza invece divertente e insolita, ti direi di provare a dormire in un capsule hotel. Si tratta di hotel dove i letti sono all’interno appunto di capsule, dotati di ogni comfort, prese, luce e tavolinetto dove riporre i propri valori. Certo lo spazio è limitato e per chi soffre di claustrofobia può non essere l’ideale, però io l’ho trovata un’esperienza sicuramente particolare e affascinante da provare.

Trovi altre esperienze autentiche da vivere in Giappone in questo articolo dedicato!

Quanto costa un viaggio in Giappone 

Come avrai ben capito, il prezzo varierà tantissimo in base alle esperienze, il livello di strutture in cui vorrai dormire, la stagione in cui deciderai di andare, da come vorrai muoverti e soprattutto dal costo del volo che troverai. 

Ad ogni modo per un viaggio di 10/15 giorni considera almeno almeno 2.500€ prezzo che ovviamente salirà se vorrai organizzarlo tramite agenzia.

Come organizzare un viaggio in Giappone fai da te: sim, soldi, tax free

Per tante altre informazioni su come organizzare un viaggio in Giappone fai da te, a partire quindi da che sim telefonica fare per avere sempre internet con tè, a come pagare, fino al discorso tax free, ti rimando all’articolo dedicato su come organizzare un viaggio in Giappone dove affronto questi temi.


Siamo alla fine di questo articolo su come organizzare un viaggio in Giappone fai da te, se hai altre domande quindi ti invito a farle nei commenti!

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *